Sintesi è una delle poche società di progettazione in Italia a poter offrire un servizio di rilievo tramite laser scanner.


Una tecnologia che permette il rilevamento attraverso macchine specifiche che ricostruiscono una nuvola di punti (point cloud) distribuiti in uno spazio tridimensionale. La registrazione è riversata in un software dedicato per ricreare un modello digitale esattamente uguale a quello esistente.

Il rilievo tramite laser scanner non è invasivo e soprattutto ha una precisione che raggiunge il decimo di millimetro. Uno dei primi evidenti vantaggi è la diminuzione dei sopralluoghi, in quanto dal modello 3D del rilievo è possibile estrarre già piante, profili o sezioni con le misure corrispondenti a quelle reali.

Rispetto alla tradizionale fotogrammetria qui la misurazione è attiva, grazie all’emissione totalmente innocua di raggi laser che, una volta colpito l’oggetto, tornano indietro permettendo la registrazione di tutte e tre le coordinate spaziali. La metodologia è utilizzabile sia in esterno, per la creazione di un modello completo, sia per acquisizioni di interni.

Tra gli utilizzi maggiori ci sono quelli per i restauri artistici, architettonici e archeologici, ma può essere impiegato anche per analisi su elementi civili strutturali. Il monitoraggio a 360 gradi dell’ambiente permette di ottenere diversi modelli, come ortofoto, restituzioni in Bim, ma anche planimetrie utili all’individuazione di eventuali danni a carico di stabili di valore storico.


Nel 2004 Sintesi ha effettuato l’ultimo rilievo laser completo del Pantheon per un’analisi avanzata. Il resoconto di questa esperienza è stato poi raccolto dall’architetto Siro Cinti nel volume “Pantheon. Storia e futuro” edito nel 2007.

Oltre al Pantheon, Sintesi è stata chiamata ad effettuare molti altri rilevamenti archeologici nei diversi programmi urbanistici che ha seguito negli anni. A seguito del Sisma dell’Aquila del 2009, Sintesi ha seguito rilevamenti in diversi borghi abruzzesi fra i quali il Borgo Medioevale di Rovere, a Rocca di Mezzo.

Attualmente la società utilizza come strumentazione tecnica il Laser Scanner Leica ScanStation C 10, il Laser Scanner HDS 6200 con fotocamera esterna per mappatura colore e la stazione automatica Laser Leica Serie TPS1200.