Uno degli ultimi strumenti utilizzati in architettura ed edilizia per i rilievi topografici è il laser scanner. Chiamato anche laser 3D consente il rilevamento di un modello digitale tridimensionale molto vicino alla realtà dell’oggetto scansionato. Si riescono ad acquisire numerosi dati, che permettono un rilievo geometrico molto dettaglio e accurato.

ANTICO BORGO MEDIEVALE DI ROVERE - ROCCA DI MEZZO

Come funzione il laser scanner

Lo strumento viene posizionato in un punto su un treppiedi con livella e collegato a un pc; poi si avvia la scansione che rileva tutto ciò che riesce a vedere. In caso di zone non visibili dalla prima postazione, si può effettuare una seconda scansione e il software unirà direttamente le diverse scansioni in un’unica immagine.

La scannerizzazione è un insieme di punti (“nuvola di punti”) distribuiti sull’oggetto da rilevare, più è alto il numero dei punti catturati e maggiori saranno i dettagli della scansione. Il laser è in grado di effettuare una classificazione dei diversi materiali costruttivi.

AREA ARCHEOLOGICA GROTTAPERFETTA

Le fasi del rilievo

Acquisizione dei dati

La prima fase del rilievo con il laser scanner è l’acquisizione dei dati. Questa è la vera e propria scansione, che si effettua fissando i paramenti di risoluzione, la velocità di scansione e la precisione. Quando viene spinto il pulsante di accensione, lo strumento emette un raggio laser che colpisce l’oggetto producendo i punti che poi danno vita alla scansione. Per completare questa fase occorrono circa 15-20 minuti.

Processamento dei dati

Le scansioni vengono riportate sul software, che in modo automatico cancella i punti non “puliti” della scannerizzazione. Le immagini sono in bianco e nero, su queste vengono scelti tre punti riconoscibili per la sovrapposizione delle nuvole dei punti delle scansioni successive. Il software sovrappone le immagini, consente di scegliere dei punti da colorare e poi elabora l’immagine definitiva.

Estrazione dei dati

Si possono estrapolare immagini, video, misure e modelli cad a seconda dell’utilizzo e delle necessità.

AREA ARCHEOLOGICA VIA DEI VILLINI

I vantaggi

Il laser scanner presenta un grande vantaggio nei rilievi di oggetti a prevalenza verticale come edifici e rocce. È, inoltre, molto veloce rispetto ad altri strumenti di rilievo topografico e molto semplice da usare. Si può utilizzare sia negli spazi chiusi che all’aperto, ma non quando piove. La pioggia, infatti, può compromettere la scansione.

Cosa fa Sintesi Srl

Sintesi Srl, società di progettazione urbanistica e architettonica fondata dall’architetto Siro Cinti, utilizza proprio la tecnologia del laser scanner per i suoi rilievi topografici. Nel 2004 la società ha effettuato una importantissima rilevazione con il laser scanner di uno dei monumenti più importanti di Roma: il Pantheon. Uno studio che ha permesso di vedere questo edificio in 3D e con un dettaglio millimetrico tale da mostrare una mappa complessa e articolata. Il laser scanner è una tecnica moderna ma in grado di mostrare tesori nascosti del passato sotto una nuova lente d’ingrandimento.